Mi hanno regalato un sogno

Mi hanno regalato un sogno❰Reading❯ ➿ Mi hanno regalato un sogno Author Beatrice Vio – Oaklandjobs.co.uk Bebe appena diciottenne come tutti i ragazzi della sua età ama divertirsi andare al centro commerciale o ai concerti con le amiche mettersi in tiro per uscire la sera Non ci sarebbe nulla di strano s Bebe appena diciottenne come tutti regalato un PDF ↠ i ragazzi della sua età ama divertirsi andare al centro commerciale o ai concerti con le amiche mettersi in tiro per uscire la sera Non ci sarebbe nulla di strano se non stessimo parlando di Beatrice Vio che a undici anni dopo essere stata colpita da una forma di meningite acuta ha subito amputazioni a gambe e braccia Ma per Bebe la malattia non è la fine anzi rappresenta soltanto una piccola parentesi tra uello che era prima – una bambina con una famiglia fantastica moltissimi amici e Mi hanno eBook ☆ le “tre S” scuola scout scherma – e uello che è diventata ovvero un’adolescente felice con ancora più amici di prima e sempre le “tre S” ma un po’ cambiate oggi freuenta le superiori ha ormai ricevuto il suo nome caccia scout Fenice Radiosa e ha già vinto diverse medaglie in competizioni paralimpiche di scherma anche internazionali di altissimo livelloEccezionale atleta e insieme ragazza scoppiettante di vita Bebe si racconta in ueste pagine che traboccano di entusiasmo dalle gare in giro per il mondo alle vacanza all’Elba dalle figuracce in tv alle gioie delle hanno regalato un MOBI í protesi con tacco dai faccia a faccia con i suoi miti agli incontri motivazionali che tiene nelle piazze e nelle scuole E dei suoi sogni Perché dopo avere fondato con i genitori artsport un’associazione onlus che avvicina i ragazzi con disabilità fisiche allo sport avere fatto la tedofora a Londra e avere gareggiato con le atlete più forti al mondo ha ancora ualche sfizio da togliersi Ma soprattutto vuole continuare la sua missione far capire a tutti con o senza disabilità che «la vita è proprio una figata». Ho abbandonato la lettura Storia straordinaria e raccontata con coraggio assolutamente di esempio Ma leggere uesto libro è molto difficile dopo i primi capitoli coinvolgenti il racconto diventa confuso e un po' brodoso senza capo ne' coda per diverse pagine al punto da abbandonare Checchè ne dicano gli altri lettori io dò un bel 5 stelle a uesto libro Non è certo ottimo dal punto di vista dello scorrimento o della scrittura che certamente poteva essere curata un po' meglio ma i contenuti ed i messaggi sono semplicemente unici e valgono le ore di lettura che richiede ualunue sia la situazione in cui ti trovi uesta biografia ti entra dentro e soprattutto lo fa in modo non banale raccontando di una ragazza che fa' uscire dello straordinario dall'ordinario Grazie Bebe Il libro è molto carino Bebe spiega alcuni spezzoni più o meno importanti della sua vita e la testimonianza traspira veramente gioia e voglia di vivereMAMa io ho preso uesto libro aspettandomi di scoprire la storia di Beatrice di come le è venuta la malattia come ha ripreso e di come è arrivata in alto uesto in effetti c'è ma pochi capitoli perché per di più il libro è pieno zeppo di argomenti inutili e divagazione varie Se il vostro obiettivo è sentire Bebe vicina uesto libro per voi è perfetto altrimenti una pagina di wikipedia è più che sufficiente Lei spiega anche la decisione io non sono la mia malattia e ha ragione ma un pizzico d'amaro rimane almeno per uanto mi riguardaUn'altra cosa che non ho apprezzato è stata la forma Il libro è scritto con un linguaggio molto collouiale il che ha facilitato e velocizzato la lettura ma avrei preferito leggere ualcosa di più curato in un certo sensoPossibile che l'autobiografia del rapper Emis Killa bus 323 bellissima sia più profonda di uella di una ragazza che ha perso gambe e braccia ed è diventata campionessa para olimpica di schermaChe dire uindi Lettura carina e interessante ma troppe divagazioni lessico sempliciotto e poca sostanza Letto perché come può non essere interessante la storia di una ragazza campionessa di fioretto priva di mani e piediBeatrice Bebe Vio racconta la sua vita 18 anni in due tempi il primo da bambina normodotata che freuenta gli scout e ama la scherma e il secondo da ragazza con disabilità che diventa campionessa di scherma tedofora telecronista sportiva e molto altro ancora Può sembrare strano ma è proprio così l'amputazione di gambe e braccia a causa di una meningite fulminante ha moltiplicato ed ampliato i desideri di Beatrice portandola a raggiungere dei traguardi che mai avrebbe immaginato prima della malattiaIl libro è molto divertente perché Beatrice è la prima a ridere di se stessa e delle sue figuracce e a raccontare le proprie imprese sempre al plurale come successi di suadra e non come conuiste personali doloroso e commovente nelle poche pagine in cui sono descritti la malattia il dolore e le sofferenze patite da lei e dai suoi cari e anche interessante perché Bea ci aiuta a capire con il sorriso sulle labbra come è fatto il suo presente come si guida la macchina senza mani e piedi e come sarà il suo domani da donna e atleta con disabilità Alla fine del volume delle fotografie permettono di dare un volto ai protagonisti di uesta storia sì protagonisti perché da solo non sei nessuno ma insieme si può arrivare dappertuttoUnica pecca ualche refuso grammaticale di troppo che ci si augura la Rizzoli corregga nelle prossime ristampeConclusa la lettura tanta voglia di partecipare ai Giochi senza barriereRead because the story of a foil fencer champion without hands and feet can't be boringBeatrice Bebe Vio tells her story 18 years in two periods the first period as an able bodied child who loves fencing and Scout the second period as a teenager with disability who becomes foil fencer champion torch bearer sports commentator and much It might seem odd but it's true the amputation of hands and feet due to a meningitis has increased her dreams and allows her to achieve goals she wouldn't ever imagine before the diseaseThe book is very fun because Beatrice is the first to laugh at herself and her goofs and she describes her achievements as team work results instead of personal accomplishments touching when she tells the hard times of the disease and the rehabilitation and interesting because Beatrice help us to understand how is her present how can you drive without hands and feet and how will be her futureAt the end of the book there are some photos about the people described through the pages people and not only Bea because she's not aloneThe only defect of the book is some typos that we hope Rizzoli will correct in the next reprintsWhen the book is over you want to compete in Giochi senza barriere Ho avuto la fortuna di partecipare ad una incontro tenuto da Bebe Vio L'esperienza mi ha portato ad acuistare la biografia della campionessa paralimpica Leggendo uesto libro traspare in ogni singola pagina la positività la spensieratezza e la gioia di vivere di una ragazza che travolta da una grave malattia ha deciso di guardare avanti puntando sulla famiglia sulla scuola e sulla sua più grande passione sportiva la scherma uesto libro è scritto come un diario di viaggio una raccolta di esperienze di incontri di amicizie ualunue persona di fronte all'amputazione di entrambe le gambe e le braccia si sarebbe arresa Bebe vio invece ha deciso di cogliere la sfida che la vita le ha messo di fronte e di lottare con tutte le sue forze per dimostrare nonostante tutto che la vita è una gran figata Una testimonianza positiva e unica per i ragazzi che non sanno affrontare i problemi piccoli e grandi che la vita costantemente offre Libro interessante sulla sola atleta donna che stimo e ammiro La sua storia la conoscevo già grazie alla puntata fatta per lei da Marco Berry Solo che uesto libro secondo me è stato un po troppo allungato su argomenti che potevano essere tagliati Avrei preferito che la parte sport fosse più corta sono importanti i suoi traguardi ma trovavo noiose alcune parti uesto però non mi fa perdere stima e ammirazione verso di lei è pur sempre una forza della natura e un grandissimo esempio per tutti pensare che la vita di bebe vio si ispiri alla canzone ragazzo fortunato la dice lunga c'è molto da imparare