Un giorno da favola

Un giorno da favola➸ [Read] ➳ Un giorno da favola By Fabiola D'Amico ➽ – Oaklandjobs.co.uk Un disastroso giorno di pioggia e un incontro del tutto casuale con un cinico avvocato Christian cambieranno la vita di Francesca Se poi a tutto ciò si aggiunge doversi improvvisare wedding planner p Un disastroso giorno di pioggia e un incontro del tutto casuale con un cinico avvocato Christian cambieranno la Un giorno MOBI :¼ vita di Francesca Se poi a tutto ciò si aggiunge doversi improvvisare wedding planner per il matrimonio della migliore amica che pretende una cerimonia Austeniana e il delirante sogno di un romance ci sono tutti gli ingredienti per una romantica storia d'a Una girandola di avvenimenti euivoci incontri inaspettati e un addio al nubilato degno di una principessa condurranno Francesca e Christian alla vigilia di Natale e Una commedia romantica ironica ambientata ai nostri giorni. Delizioso Le favole possono anche iniziare con una giornata disastrosa Francesca è una trent'enne innamorata di Mr Darcy l'uomo ideale che ritrova nei suoi amati romanzi rosa Ma in realtà è la sua paura di essere ingannata e tradita dagli uomini che le impone di non dare ascolto né al diavoletto né all'angioletto che ci sono in lei Niente sesso e neppure a O almeno uasi uando incontra l'affascinante avvocato Balardini il cuore palpita e i sensi si risvegliano Ma la testardaggine e i timori di Francesca all'inizio creano tra lei e Christian uella distanza che i loro corpi non sentono più La sessuologa non riesce a stargli lontano anche se teme per un fraintendimento che l'uomo non sia in cerca di una storia seria Chi prevarrà nella coscienza di Francesca il diavoletto o l’angioletto?Un romanzo delizioso uesto di Fabiola D'Amico È il terzo libro dell'autrice che leggo e devo dire che ogni volta sa stimolare in me emozioni diverse Molto ben tratteggiati tutti i personaggi anche non protagonisti come Maria e Daniel che si possono definire delle vere e proprie spalle soprattutto la solare migliore amica che nonostante i suoi impegni di neo mamma trova sempre il modo di mettere Francesca in primo piano Un romanzo divertente ma anche colmo di sentimenti e di valori; scritto in modo accattivante ma semplice cosa che porta il lettore a non stancarsi mai e a domandarsi se Francesca ce la farà ad avere anche lei il suo giorno da favola Un libro davvero bello che consiglio vivamente Salve miei carinonostante sia in ferie sto leggendo per voi e oggi ho il piacere di parlarvi di Un giorno da favola di Fabiola D'Amico ultimo capitolo della serie Delle favole potrete leggere le precedenti recensioni cliccando UILuca Tommasini è un modello di fama internazionale ha 36 anni è ricco bello e desiderato da tutte le donne Una vita fatta di gossip e luci della ribalta hanno però stancato il bel Luca che ha voglia di ualcosa di concreto e reale Desidera un cambiamento che lo renda un uomo apprezzato non solo per l'avvenenza fisica ma anche per ciò che è come personaCarlotta Russo è una donna rigida nel lavoro ma nella vita privata ha desideri e ambisce a ualcosa che neppure lei vuole accettare fino in fondo Bella algida e controllata come un soldato è parecchio contraddittoria nel porsi verso gli altri A farle da schermo un muro che ha eretto a protezione dei propri sentimenti Ma arrivata a 35 anni forse ha voglia di mettersi in gioco e perché no abbattere uesto muro le serve solo un buon incentivoLa conoscenza tra Carlotta e Luca avviene tramite amici comuni tra i due si instaura un duello di battutine e RECENSIONE COMPLETA nella vita non ha mai sognato?I sogni a volte si realizzano altre volte no C'è chi si rifugia nei romanzi e da uesti trae ispirazione è uesto il caso La favola che molti vorrebbero vivere di un matrimonio perfetto dell'uomo che viene fuori uando meno te lo aspetti Un giorno da favola è un piccolo racconto forse letto e riletto già altre volte ma ogni scrittore e ogni lettore trova nei libri una storia e può farla sua oppure no I racconti non devono essere pieni di storie dette e non devono in poche parole in poche righe raccontare una trama una favola perché di favola si tratta e Francesca la vive pienamente non senza dubbi e perplessità Non vorrei ancora una volta essere ripetitiva ma uesto libro mi ha subito catturata sin dalle prime pagine Una storia che rapisce il lettore perché divertente ma allo stesso tempo molto romantica che non permette di staccarsene fino a che non si arriva alla fine Io l’ho letto in un giornoPer la recensione completa seguiteci ui Romance and Fantasy for Cosmopolitan GirlsHo appena finito di leggere uesta storia ed ho deciso di recensirla subito Cosa c'è di strano? starete sicuramente pensando Lo strano per uanto mi riguarda è che di solito lascio decantare la storia prima di recensirla uesto racconto invece mi ha fatto venir voglia di buttare subito giù uelle che sono state le mie impressioni Detto uesto passiamo al motivo per cui sto scrivendo uesto libro è davvero molto carino e ben scritto Da amante uale sono di un certo tipo di linguaggio considerato arcaico non ho potuto non trovare davvero divertente il fatto che la protagonista Francesca e la sua più cara amica Maria lo utilizzassero lasciando di stucco tutti coloro con cui entravano in contatto essendo entrambe due blogger appassionate di libri soprattutto storici regency il che le portava a parlare stranoFrancesca oltre ad essere una blogger appassionata di libri è una sessuologa realizzata brava nel suo lavoro che però non ha una vita privata degna di tal nome da uando ha rotto con un ex che l'ha tradita nel peggiore dei modi Da allora lei non vuole più saperne di uomini vive in un mondo fantastico in cui i protagonisti sono i personaggi di Jane Austen tutti crinoline e cavalleria Francesca batté la mano sul volante e si chiese che cosa ci facesse lei nel ventunesimo secolo; lei che aveva un animo sensibile e sognava di blasonati gentiluomini Sì Blasonati belli e intelligenti cavalieri insomma gli eroi dei romanzi che leggeva A volte aveva la certezza di essersi reincarnata in un'epoca che le era estraneaOvviamente la realtà è ben diversa ma lei sente di vivere in un mondo che non le appartiene E' una sognatrice una donna a volte goffa che per un errato senso dell'educazione difficilmente si ribella uando subisce torti e offeseIn una giornata partita decisamente col piede sbagliato mentre deve presentarsi ad un'udienza in tribunale in ualità di esperta riguardo ai problemi di coppia incontra Christian avvocato uomo ironico e beffardo realista e cinico uanto lei è romantica e con la testa fra le nuvole e scocca la scintilla Ma da un euivoco iniziale lei decide che non sia il caso di dar seguito all'incontro perchè le sembra un déjà vu della sua precedente storia e non ha alcuna intenzione di ripetere l'esperienza Ma Christian non è dello stesso avviso e fa di tutto per superare le sue reticenze Christian la avvisa che non è tipo da cuori fiori e ti amo Ma le offre lealtà fedeltà e fiducia a suo parere molto più importanti in uanto il suo mestiere gli ha mostrato uanto spesso tutti uei gesti eclatanti e uelle parole dette durante i momenti di passione possano essere alla lunga senza valore L'a Roba da libri da romanzi di appendice Era più che consapevole che nella vita reale erano il dio denaro e la trasgressione ad avere la meglio sui valori morali uel lavoro e la gente che aveva incontrato nella vita avevano fatto di lui un uomo cinico e freddo Eppure da ualche parte la fiamma della speranza brillava ancora tenue poichè era abbastanza sincero da ammettere con se stesso che in fin dei conti esistevano delle coppie felici Nessuna delle donne che aveva freuentato gli aveva mostrato un interesse sincero per i veri valori della famiglia Avevano nel sangue il testosterone ragionavano come uomini pur mostrandosi avvenenti e seducenti Erano brave a letto ma per il resto del tutto insensibiliNon vi anticipo nient'altro sulla trama per ovvi motivi posso solo dirvi che sono ben delineati alcuni tratti caratteristici del romance Due persone agli antipodi si incontrano si prendono e devono trovare un modo per far combaciare la loro diversità Entrambi escono arricchiti da uesto scambio di vedute scoprendo di apprezzare lati dell'altro che mai avrebbero pensato di poter amareChristian mi è piaciuto molto Determinato poche chiacchiere ma molti fatti nonostante si definisca poco romantico riesce a dimostrare in ogni istante uanto Francesca gli piaccia e uanto tenga a leiIn Francesca mi sono rivista a tratti e posso dire che è uno dei pochi personaggi femminili di cui ho letto ultimamente che non mi abbia suscitato reazioni violenteI personaggi di contorno Maria l'amica di Francesca e il suo fidanzato poi marito Daniel sono anch'essi bei personaggi divertenti e positiviPer uesto il mio giudizio è positivo mi complimento con l'autrice per avermi regalato ualche ora piacevole in compagnia di una storia divertente ironica romantica ma senza essere stucchevole Mi è piaciuta anche l'idea della citazione ad ogni inizio di capitolo di romanzi storici e nonVe lo consiglio se amate le storie lievi ma ben scritte senza troppi patemi ma che comunue hanno una loro morale Veramente carino certo Christian non è il tipico uomo romantico anzi è cinico l’opposto di Francesca ma è anche per uesto che sono una coppia fantastica Ora leggo il seguito Carino frizzante Francesca è un dottoressa specializzata in sessuologia Francesca è una validissima amica senza la uale Maria sarebbe persa Francesca è la webmaster di un blog dedicato interamente al mondo romance in chiave austeniano Soprattutto Francesca è una donna sola dedita indefessamente al proprio lavoro incapace dopo il suo fallimentare rapporto di cinue anni prima di provare alcuna fiducia nei riguardi del sesso forte Preferisce riversare tutta la sete di romanticismo che prova nelle storie che legge accanitamente e nei personaggi maschili dei romanzi dal temperamento così forte da procurarle un'infatuazione viscerale a ogni incontro La verità è che Francesca attende il suo principe azzurro senza che uesto però sembri destinato a palesarsi nell'immediato futuro Per lo meno fino a uando in una mattina da dimenticare Christian entra assieme a un torrente di pioggia scrosciante nella sua vita A impadronirsi dei suoi sensi del suo cuore della sua anima se possibile Da uel momento in avanti sarà una storia d'a in piena regola in perfetto stile “giorno da favola” Ed è proprio da uesto titolo che parto per raccontare di un'autrice scoperta per caso Fabiola D'Amico DEGNA di essere chiamata scrittrice nonostante la ritrosia che lei stessa dimostri nel fregiarsi di tale titolo Con una rapida ricerca nel web si scoprono tantissime cose sul conto di una persona primo fra tutte le pubblicazioni a cui ha dato seguito nella proprio carriera Bene la D'Amico sa il fatto suo Perché è un'autrice di romance ma lo è anche e in maniera brillante di genere erotico Oltre a uesto piacevolissimo romanzo ho avuto occasione di leggere anche “La compagnia delle orchidee” romanzo breve edito dalla Damster edizioni in cui riesce a dar sfoggio della sua penna sagace ironica e davvero talentuosa C'è una cosa da puntualizzare a chi vorrebbe obiettare errori di distrazione presenti ne “Un giorno da favola” specialmente semplicemente perché autopubblicato un autore non è un editore Nella concezione comune e moderna data la crisi del mercato dell'editoria si è stati portati a credere che l'autore sia anche la persona con l'obbligo di smussare gli errori la forma o molto più volgarmente detto “correttore di bozze” Bene non è così Che bisogni mettere cura nel proprio lavoro cercando di svolgerlo nel migliore dei modi è un dato lapalissiano sul uale nessuno si permette di obiettare ma l'autore è una cosa l'editore è un'altra E solitamente anche se in maniera fiacca il correttore di bozze viene pagato per il proprio servizio dalla casa editrice Come si suol dire a ognuno toccherebbe svolgere il proprio lavoro Ed è per uesto motivo che pur rimarcando il fatto oggettivo della presenza di alcuni errori peraltro marginali e non attinenti a una ualche ignoranza dell'autrice ma semplicemente forse a una fretta nel voler divulgare il proprio lavoro agli altri mi trovo a considerare semplicemente la storia narrata Storia che ho trovato gradevolissima simpatica con personaggi descritti in maniera acuta in grado di trasmettere emozioni di affetto ironia simpatia rabbia E uando un autore riesce in tutto ciò perdonatemi ma io lo chiamo autore La D'Amico è riuscita a farmi leggere il suo romanzo in una serata e non è cosa da poco Come sempre sono estremamente sincera Ho ignorato libri lasciati a metà e contattato i vari autori spiegando il perché avessi agito in una maniera simile Con Fabiola D'Amico non ne ho avuto minimamente bisogno il libro m'è piaciuto Una revisione ulteriore e il suo romanzo potrebbe benissimo essere presentato a case editrici valide anziché essere confinato all'autopubblicazione e chiamiamola in italiano per favore dato che viviamo in uesto paese Unica nota che devo assolutamente porre a margine è la moda che ho riscontrato ultimamente di inserire i titoli dei propri romanzi nei propri libri facendo leggere ai protagonisti le pubblicazioni passate dell'autore stesso Sono già tre volte nel termine di un mese che leggo di uesta usanza in vari autori e non mi piace Perdonatemi ma a me non piace proprio Discorso forse prettamente soggettivo ma ripeto dico ciò che penso Tolto uesto dettaglio comunue che rimane fine a sé stesso e che non pregiudica la lettura di “Un giorno da favola” consiglio la ricerca dell'autrice in rete Leggete i suoi lavori e scoprirete un mondo nuovo credetemi La simpatia e la maniera brillante di scrivere di uesta autrice vi lascerà soddisfatti Purtroppo ho letto recensioni inerenti a uesto romanzo assurde Mi chiedo se le persone in Italia comprendano davvero il senso di ciò che leggono e soprattutto di ciò che dicono Non mi aspettavo tanto da uesto titolo mentre in realtà non è neanche male Però non eccelle Rifuggo dalle trame che parlano di matrimoni e nonostante ui si organizzi proprio tale evento non mi è nemmeno dispiaciuto ma uello che non mi ha convinta non è tanto la trama uanto lo stile che trovo sottotono Devo dire che da Fabiola ho imparato dei modi di dire che mi ero appuntata come scorretti mentre in rete li ho trovati perciò niente da dire Ignoranza mia Dare per scontato però che chi non è né siciliano né piemontese sappia cosa sia un iris e non mi riferisco al fiore o il bicerin è un po’ presuntuoso Io avrei messo una spiegazione Poi sempre a livello di cibo mi piacerebbe sapere se definire “impiastro” una minestra ha un senso E cambiando argomento “io e Luca non ci siamo neanche calcolati” è davvero brutto soprattutto scritto da un’estimatrice di autrici classiche Troppi punti esclamativi frasi come “è raro che mi ammalo” o “schiacciò l’occhio all’amica” hanno davvero poco di austiniano Inoltre nella prima parte del romanzo un personaggio di sfondo viene indicato come signora Grace mentre più avanti semplicemente come Giorgia Ho avuto il dubbio che ci fosse stato un errore di nome poi che Grace fosse il cognome Anche se la location è italiana perciò è strano un cognome del genere Mistero Che dire poi del fatto che la protagonista la sessuologa messa a tappeto da una febbre uasi a uaranta a causa di un virus influenzale si svegli il mattino dopo con un’impellente esigenza di recarsi alla toilette dimenticandosene appena il protagonista l’avvocato le porge un succo d’arancia? E che poi la baci? Io al posto suo me la sarei fatta addosso e avrei ucciso cento cammelli altro che primo bacio Forse dovrei cambiare igienista dentale Ma uello che mi ha messa definitivamente a tappeto è l’epica frase “pareva che camminasse sui trampolini” Lì ho capito che fra me è la D’Amico non ci sarebbe stata amicizia E la Newton dov’è? Mah non sembra nemmeno un testo editato da loro Lo consiglio alle romantiche senza pretese che amano storie a lieto fine